Blog: http://300705.ilcannocchiale.it

Genova. L'anticamera dell'inferno.

E già, un bella azienda municipale infarcita di raccomandati con stipendi adeguati che ha sempre garantito le conquiste sociali (malattie, ferie...) che oggi, visto il settore in cui opera, è proprio il caso di dire è arrivata al capolinea.
Lo scorso anno il comune di Genova ha contribuito alla riduzione della perdita di esercizio con 30 (trenta) milioni; i lavoratori con 8 (otto). Il comune non ha piu' soldi, infatti non può aumentare ancora l'IMU, la tassa della spazzatura o altro. Non ce la fa piu' nessuno.
E allora? Privatizziamo. Ma state sicuri che il privato in un paio d'anni licenzia un gran numero di lavoratori, i quali sanno bene che difficilmente troveranno una nuova occupazione.
Bene la nostra politica è riuscita a creare il deserto economico privato, ma a breve toccherà anche al pubblico.
Per favore non votiamoli piu' e pretendiamo che i ladri vengano cacciati a calci nel culo dalla politica.

Pubblicato il 22/11/2013 alle 12.46 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web